L’Opera e la musica classica nei cartoni animati

Tutti noi abbiamo nel cuore certi cartoni animati o scene di essi che hanno caratterizzato la nostra infanzia e magari anche influenzato chi siamo diventati. Ma di cartoni a tema musicale, operistico o contenenti semplici (e talvolta nascoste) citazioni ve n’è a bizzeffe! Ed ecco una piccola lista di corti, film d’animazione e citazioni contenuti in essi che vale la pena far vedere più e più volte … Continua a leggere L’Opera e la musica classica nei cartoni animati

101 modi per morire: donne all’opera!

Bisogna fare qualcosa. Urgentemente. Perché non si può ogni volta andare a teatro e sperare che alla fine tutto vada bene. Facendo giusto due conti, ne viene fuori che non c’è opera degna di questo nome in cui il sesso femminile non sia malamente immolato sul palcoscenico. E non si tratta mai di una morte tranquilla. Riflettiamo un attimo e ripercorriamo (solo a mente, per carità) … Continua a leggere 101 modi per morire: donne all’opera!

Concerti di Capodanno 2018: orari e programmi di sala

Il primo gennaio è il giorno in cui mamma Rai decide di essere generosa mettendo a disposizione di tutti noi – poveracci che non possiamo andarci di persona – ben due concerti di Capodanno: quello di Venezia e quello di Vienna. Concerto di Capodanno 2018 di Venezia Sarà Myung-Whun Chung a dirigere la quindicesima edizione del Concerto di Capodanno del Teatro La Fenice di Venezia per … Continua a leggere Concerti di Capodanno 2018: orari e programmi di sala

10 giochi imbruttiti da fare a Capodanno

A meno che siate particolarmente fortunati, trascorrerete l’ultimo giorno dell’anno assieme a persone che NON sono appassionate di musica classica (non tutte almeno) e quindi questi giochi imbruttiti che vi sto per proporre non potranno essere fatti. Tuttavia potrete riciclarli per altre occasioni (una festa coi compagni del Conservatorio, coi coristi del vostro coro o chessò io, un raduno di appassionati di musica classica ad … Continua a leggere 10 giochi imbruttiti da fare a Capodanno

Fermi tutti, ho un piano! – Tutto quello che avreste voluto sapere sul pianoforte (ma non avete mai osato chiedere)

Struttura Costruito intorno all’inizio del Settecento da Bartolomeo Cristofori, “cembalaro” al servizio della famiglia Medici di Firenze, viene chiamato col sofisticato nome di Gravicembalo col piano e forte. Da allora ha subito sostanziali ed importanti modifiche arrivando a possedere 88 tasti, ognuno dei quali mette in azione un martelletto ricoperto di feltro che va a percuotere la corda. I suoni gravi vengono prodotti da una sola corda, … Continua a leggere Fermi tutti, ho un piano! – Tutto quello che avreste voluto sapere sul pianoforte (ma non avete mai osato chiedere)

5 regali di Natale per appassionati di musica

  Nel mondo ci sono due categorie di persone: quelle che il 3 dicembre hanno già comprato tutti i regali di Natale e quelle che – se va bene – iniziano a pensarci il 22. Se fate parte della seconda categoria, eccovi qualche dritta per fare un bel regalo ai vostri amici appassionati di musica classica. 1. Un libro che abbia a che fare con … Continua a leggere 5 regali di Natale per appassionati di musica

Black Bach. Classica e metal

Ammettiamolo: un difetto che hanno molti appassionati di musica classica è la tendenza a ritenere che nessun genere contemporaneo sia paragonabile al loro favorito, per difficoltà e profondità. Questo può essere parzialmente vero. Come si fa a non trovare per la maggior parte scialbo il panorama musicale odierno, sapendo che esistono la Sinfonia Fantastica di Berlioz, la Rapsodia Ungherese di Liszt, o il finale del secondo … Continua a leggere Black Bach. Classica e metal

Ad Halloween mi vesto da… Morte della Danza Macabra di Saint-Saëns

“I raggi della luna filtrano a intervalli fra nuvole a brandelli. Dodici cupi rintocchi risuonano dal campanile della chiesa. Svanito l’ultimo di essi, si odono strani rumori dall’attiguo cimitero, e la luce della luna investe una fantomatica figura: la Morte, che suona il violino, seduta su una pietra tombale. Si odono strida dai sepolcri circostanti e il vento ulula fra le cime degli alberi spogli. … Continua a leggere Ad Halloween mi vesto da… Morte della Danza Macabra di Saint-Saëns

Il neurone Mozart. Cervello e musica

Molti di voi avranno presente questa scena dal film Disney Pixar “Gli Incredibili”: “Mozart fa diventare intelligenti”. Luogo comune della pedagogia spicciola. Ma è davvero così? Il cosiddetto “effetto Mozart” fu reso noto nel 1993 su Nature da un team di neurobiologi dell’Università della California, che aveva sottoposto ad analisi del sangue e TAC alcuni studenti mentre ascoltavano diversi tipi di musica, tra cui le sonate … Continua a leggere Il neurone Mozart. Cervello e musica

Una lacrima sul viso… Top 10 scene commoventi nell’Opera

Siamo onesti: le storie narrate attraverso le superbe melodie create dai compositori provocano moti di sincero sentimento. Che sia empatia, sollievo o compassione, non riusciamo a non provare partecipazione nei confronti delle vicende dei protagonisti, tanto da farci sfuggire pure qualche lacrimuccia. Sì, pure a voi, uomini e donne che non dovete chiedere mai. In questa personalissima e parziale Top 10, vorrei elencarvi alcuni dei … Continua a leggere Una lacrima sul viso… Top 10 scene commoventi nell’Opera

La musica classica su Facebook: le 10 pagine italiane più belle

Immagino che tutti voi, se vi siete imbattuti in questo articolo, almeno una volta nella vostra vita social abbiate cercato su Facebook pagine – più o meno serie – legate alla musica classica. Immagino anche che, vista la risonanza internazionale, tutti voi conosciate Classic Fm e Classical Music Humour. Ma quante pagine italiane conoscete? Ne abbiamo raccolte alcune per voi. 1) Giovanni all’heavy (73.000 fan) Pagina … Continua a leggere La musica classica su Facebook: le 10 pagine italiane più belle

I due caballeros. Le lettere di Ricordi a Puccini

In piazza Cittadella, a Lucca, si trova Giacomo Puccini. Sta seduto su una sedia in maniera un po’ bohémien e guarda con blando interesse il via vai nella strada di fronte. Naturalmente, si rimarca una certa fissità dello sguardo, dato che è fatto di pietra. Il simulacro è posto di fronte alla biglietteria della casa natale, come a proteggerla dagli indegni. La casa non è … Continua a leggere I due caballeros. Le lettere di Ricordi a Puccini

Ricomporre “Le quattro stagioni”? Un sacrilegio ben riuscito firmato Max Richter

L’idea che qualcuno abbia riscritto Le quattro stagioni può suonare tanto folle quanto la proposta di Allevi di cambiare la tonalità dell’inno d’Italia, eppure il lavoro di Max Richter – musicista cinquantunenne nato in Germania e cresciuto in Inghilterra, allievo di Berio, fondatore dell’ensemble Piano Circus, autore della colonna sonora di Valzer con Bashir e compositore eccellente di Memoryhouse, The Blue notebooks e Songs from Before – è … Continua a leggere Ricomporre “Le quattro stagioni”? Un sacrilegio ben riuscito firmato Max Richter

Mozart, Beethoven, Chopin: insegnanti di prestigio

Per molti famosi musicisti e compositori, dover arrotondare il loro, ahimè, spesso modesto guadagno con lezioni private a giovani facoltosi e signorine di buona famiglia, anche di nessun talento, interesse, o rispetto nei loro confronti, era solo il male minore rispetto a morire di fame. Mozart ebbe molti allievi, e pare fosse un bravo insegnante, quando l’allievo ne meritava uno. La lettera al padre del … Continua a leggere Mozart, Beethoven, Chopin: insegnanti di prestigio

Chi chi chi pulisce più di… Khachaturian? Citazioni classiche nella musica di oggi

“No no, ma io non ascolto musica classica. È vecchia e noiosa!” Ne sei proprio sicuro? E se ti dicessimo che la pubblicità dello Chanteclair è fatta riprendendo un brano di musica classica? Il riferimento in questo caso è palese e facilmente riconoscibile anche alle orecchie meno esperte, tuttavia vi sono numerose altre occasioni in cui brani di musica classica vengono utilizzati per dare vita … Continua a leggere Chi chi chi pulisce più di… Khachaturian? Citazioni classiche nella musica di oggi

Let’s play! La musica classica nei videogiochi

Vi segue ovunque. Compare quando meno ve lo aspettate. Non potete sfuggire alla sua influenza. No, non è un trailer per un nuovo videogame horror, sebbene possa apparire. Con questa anticipazione vorrei introdurvi a un inusuale incontro tra i videogiochi e la musica classica. Sissignori, è proprio lei la misteriosa presenza che ritrovate più spesso di quanto non sembri e questo articolo ne sarà una … Continua a leggere Let’s play! La musica classica nei videogiochi

Virtuosistiche emozioni. Storia di Franz e del suo pianoforte

Oggi, nell’anniversario della morte di Franz Liszt, mi piace ricordare uno dei tratti più distintivi del suo modo di essere artista: la sua tecnica del tutto particolare di suonare il pianoforte. Non a caso si è detto che Liszt stava al pianoforte come Paganini stava al violino. Solo guardare una sua partitura provoca nel pianista medio un certo senso di inquietudine alla prospettiva di doverla … Continua a leggere Virtuosistiche emozioni. Storia di Franz e del suo pianoforte

Quando Adriano Banchieri storpiò un madrigale di Palestrina

Torino, 2016. I PanPers pubblicano su YouTube una parodia di Sofia di Alvero Soler, tormentone dell’estate. E niente. Non c’è nulla di strano. Nel ventunesimo secolo va quasi di moda e ci sono persone pronte a storpiare i brani più famosi del momento per fare a gara di visualizzazioni su YouTube! Venezia, 1598. Adriano Banchieri ne La pazzia senile parodizza un madrigale di Palestrina. Più precisamente: Vestiva … Continua a leggere Quando Adriano Banchieri storpiò un madrigale di Palestrina

Se mi punge una vespa sul cul. Eziologia delle opere travisate

Il titolo di questo articolo è la storpiatura del verso del Rigoletto “Se mi punge una qualche beltà”. La sua coniazione va fatta risalire, secondo la mitologia operistica, a un gruppo di buontemponi che, come d’altronde era prassi all’epoca di Verdi, amava cantare appassionatamente le arie dei Maestri, ma non rinunciava a inserire il proprio tocco: variazioni estemporanee sul testo, per altro pregevolmente rispettose della … Continua a leggere Se mi punge una vespa sul cul. Eziologia delle opere travisate

Le fiabe imbruttite: Händel e Gretel

Premessa Proprio vero che le cose belle accadono per caso, spesso da un incontro. Precisamente da due menti (o dementi, giudicherete voi) in una sera di giugno. Mentre eravamo in riunione segreta, sempre ringraziando la tecnologia e WhatsApp, io e la cara Despina abbiamo preso la tangente e creato questa folle storia. Lo spunto è nato da una delle battute con le quali spesso Papagena ci … Continua a leggere Le fiabe imbruttite: Händel e Gretel

Glitter and be gay: musica classica e omosessualità

Facciamo un gioco. Alzino la mano coloro che, durante i loro studi, sono stati edotti sulla non eterosessualità di Shakespeare. O su quella di Donatello, di Botticelli, di Leonardo e di Michelangelo. O di Cesare e di Adriano (e di quasi tutti gli imperatori nell’antica Roma). A quanti è stato spiegato che Achille e Patroclo probabilmente non erano solo amici? Quanti, studiando la Gioconda, sono stati … Continua a leggere Glitter and be gay: musica classica e omosessualità

Un “Mozart” con bacon. Mozart in the jungle

Prendete una prestigiosa orchestra; una suonatrice di oboe goffa ma talentuosa; un direttore d’orchestra con più follia che metodo; e otterrete una stupenda serie TV, intensa, divertente e incredibilmente accattivante,  dove il mondo della musica classica è esplorato in tutte le sue sfumature e i suoi aspetti, dai più cinici ai più esilaranti, qual è “Mozart in the jungle“. Le vicende di Rodrigo de Souza, … Continua a leggere Un “Mozart” con bacon. Mozart in the jungle

50 sfumature di Baritono: il lato oscuro della voce Male Version

Una realtà innegabile è questa: i tenori son (quasi) sempre protagonisti dei drammi. Sono belli, buoni, amanti passionali che lottano per il proprio amore o, meglio ancora, muoiono per lo stesso. Quando si dice: “Morirei per te”. Beh, loro mantengono la promessa. Celie a parte, le voci più scure e calde della tessitura maschile non sono affatto da meno rispetto a quelle brillanti ed eroiche … Continua a leggere 50 sfumature di Baritono: il lato oscuro della voce Male Version

Canta fino a dieci! 10 buoni motivi per cantare in un coro

Non so se questa cosa capiti solo a me, ma ormai ho perso il conto del numero delle volte che ho dovuto spiegare a qualcuno che sì, canto in un coro, ma no, non canto in chiesa. Non nel senso che intendono loro. Ovvero questo (potete fare a meno di ascoltare – anche se non sono così strazianti -, basta l’anteprima a farvi capire cosa … Continua a leggere Canta fino a dieci! 10 buoni motivi per cantare in un coro

Oh che bel castello! Quando Ludwig II costruì un castello in onore di Wagner

Chi, avendo una fervida immaginazione, un grande amore per la musica e un sacco di soldi da spendere, non farebbe come il re Ludwig II di Baviera e non dedicherebbe un intero castello al suo compositore preferito? Il suo nome è “Neuschwanstein”, che significa “nuova rocca dei cigni”, ed è arroccato sulle Alpi Bavaresi vicino a Fussen; circondato da valli scoscese, boschi folti e scuri, … Continua a leggere Oh che bel castello! Quando Ludwig II costruì un castello in onore di Wagner

Facciamo i melodrammatici! Top 5 delle scene più famose dell’Opera

L’Opera la si ama soprattutto per i gesti, gl’impeti e le varie espressioni melodrammatiche. Dobbiamo ammetterlo, sebbene nella vita reale non ci metteremmo in mezzo al traffico, con la testa fuori dal finestrino e il braccio proteso ad esclamare: “Esci omai garzon malnato! Sciagurato non tardar!… Che devo andar a lavorar!” In virtù di questa nostra passione, ecco una personale top 5 di scene in … Continua a leggere Facciamo i melodrammatici! Top 5 delle scene più famose dell’Opera

“Madamina, il… decalogo è questo!” 10 consigli per ascoltare musica classica mentre si fa l’amore

“Gli opposti si attraggono” o “Chi si somiglia si piglia”? Probabilmente la verità sta nel mezzo, ma una cosa è certa: un appassionato di musica classica difficilmente potrà stare assieme a una persona che “la musica classica è noiosa, proprio non riesco ad ascoltarla!”. Una delle ragioni è che all’amante di musica classica imbruttito piace fare l’amore con i suoi compositori preferiti in sottofondo e … Continua a leggere “Madamina, il… decalogo è questo!” 10 consigli per ascoltare musica classica mentre si fa l’amore

BREAK NEWS: Signorini regista di Turandot

“Apporti tu la novella lieta…?” chiede Manon Lescaut all’amato Des Grieux nel deserto…  e noi, come lui, abbiamo notizie. Giudicherete voi se liete o meno. In occasione della 63° edizione del Festival Puccini di Torre del Lago, l’opera Turandot sarà caratterizzata dalla regia di Alfonso Signorini, noto volto televisivo, giornalista e direttore del settimanale “Chi” e di “Tv Sorrisi e Canzoni” . In realtà il signorino (sì, pessimo … Continua a leggere BREAK NEWS: Signorini regista di Turandot

1957, Brubeck e classiche “Riunioni”

Per la nostra nuova rubrica Jazz On The (Classic) Road oggi vi propongo l’ascolto non di un disco, non di una sinfonia, ma di un singolo brano che ormai da tempo mi ha stregata. Ma partiamo dall’inizio. Il disco da cui traggo questo brano (come al solito, io consiglio l’ascolto del disco integrale perché è una vera perla) è uscito nel 1957. Sono anni importanti per … Continua a leggere 1957, Brubeck e classiche “Riunioni”

Lo sapevate che i film Disney hanno la stessa struttura delle opere liriche?

L’opera è morta? Fossilizzata da duecento anni, occasionalmente resuscitata e poi messa di nuovo a surgelare fino alla successiva messa in scena? Niente affatto. L’opera è ancora vitale, viva e vegeta, tanto che si ritrova nel più impensato dei luoghi: i film di animazione della Disney. La struttura musicale dei cartoni animati Disney (le cui canzoni ormai sono praticamente assurte al rango di canti ancestrali … Continua a leggere Lo sapevate che i film Disney hanno la stessa struttura delle opere liriche?

Un finale alternativo per Don Giovanni firmato Saramago

L’archetipo di Don Giovanni, il celebre burlador di Siviglia, con annesse avventure, è entrato da secoli nell’immaginario collettivo. I più ingenui magari si saranno lasciati imbrogliare da quel “Don” anteposto a uno dei nomi più amati dalla cristianità, ossia quello dell’apostolo prediletto di Gesù. Avranno creduto che fosse un parroco di una sperduta parrocchia in Estremadura. Che innocenti. Invece quel prefisso destinato agli aristocratici (abbreviazione della … Continua a leggere Un finale alternativo per Don Giovanni firmato Saramago

Sinfonie Jazz dal lontano e freddo nord

Questo mercoledí per la nostra nuova rubrica Jazz on the (classic) road voglio parlarvi di un lavoro che mi sta molto a cuore. Il primo contatto che ho avuto con le musiche realizzate da questo splendido trio ha avuto luogo grazie a una persona molto cara, che non perdo mai occasione di ringraziare quando capita che io le condivida con qualcun altro. Il trio originario … Continua a leggere Sinfonie Jazz dal lontano e freddo nord

Elio e le opere stese. “L’Opera italiana” su Rai 5

Io e Stefano Belisari, alias Elio, abbiamo un obiettivo comune! No, non quello di farci crescere il monociglio. Vorremmo diffondere il verbo della buona musica anche fra coloro che non sono avvezzi ad ascoltarla, sperando che poi se ne innamorino come è successo a noi. Ognuno con i proprio mezzi: io con una pagina Facebook e un blog, lui… beh, lui si inventa sempre cose nuove! Ve … Continua a leggere Elio e le opere stese. “L’Opera italiana” su Rai 5

La goccia d’acqua. Chopin e George Sand

Siccome ogni tanto un po’ di gossip storico fa bene al cuore, voglio trattare uno dei casi più analizzati in questo campo: la storia d’amore tra Fryderyk Chopin e George Sand. Chi è lui, chi è lei, com’è iniziata, com’è finita e cos’è successo in mezzo. Chopin nacque a Zelazowa Wola, vicino a Varsavia, nel 1810, da madre polacca e padre francese. Bambino prodigio, in … Continua a leggere La goccia d’acqua. Chopin e George Sand

Di swing, orchestre sinfoniche e spumeggianti direttori

Mi presento, come meglio mi riesce! Mi chiamo Alessandra e sono una musicista – piccina picciò – torinese con tanta, tanta curiosità e tanta, tanta voglia di scrivere. Quando ho letto che Papagena cercava scrittori per il nuovo sito legato alla pagina Facebook L’amante di musica classica imbruttito, non ho potuto che rispondere di corsa! Le ho proposto una cosa particolare, che con mio grande stupore ha accolto a braccia aperte. … Continua a leggere Di swing, orchestre sinfoniche e spumeggianti direttori

Il lato oscuro della voce: quando si tifa per il Mezzosoprano

Il gioco di parole non è un caso, sebbene un po’ lo sia. Non parlo solo della voce che caratterizza il Mezzosoprano, bensì anche del ruolo che in molte opere ha ricoperto (a mio avviso ingiustamente, però era la moda dell’epoca) nelle trame, ossia quello di antagonista. Come ci hanno insegnato molte fiabe, ad un protagonista bello, di buon carattere e pieno d’amore si contrappone … Continua a leggere Il lato oscuro della voce: quando si tifa per il Mezzosoprano

Mozart e Salieri amanti segreti: ecco con chi Mozart tradiva Constanze!

La rivalità tramandata da Puskin si è già dimostrata un’invenzione letteraria ben riuscita. Ma una recente scoperta ha portato alla luce diverse lettere – 13 per l’esattezza – che i due musicisti si sarebbero scritti e dalle quali emergono frasi affettuose e nomignoli che lasciano immaginare che tra i due ci fosse sotto qualcosa. Le carte con la corrispondenza tra Mozart e Salieri sono state trovate nella biblioteca … Continua a leggere Mozart e Salieri amanti segreti: ecco con chi Mozart tradiva Constanze!

Di servi e padroni: “La Bella e la Bestia” e l’opera lirica

Come saprà ormai chiunque tributi alla Disney il minimo rispetto dovutole, l’uscita del live-action de La bella e la bestia ha scatenato un coro di polemiche, perché la spalla di Gaston, LeTont, è palesemente più interessato alle grazie di Gaston che a quelle delle loro garrule compaesane. D’accordo. Con ciò? Questi sono gli stessi benpensanti che avevano alzato gli scudi contro Kung Fu Panda 3 … Continua a leggere Di servi e padroni: “La Bella e la Bestia” e l’opera lirica

La maschera di Don Giovanni

La figura di Don Giovanni ha sempre ispirato le menti di scrittori, musicisti e drammaturghi, perché è un personaggio poliedrico e ricco di sfumature che fanno la gioia di critici e psicologi. Ma la profondità del don Giovanni creato dal connubio della penna di Da Ponte e della musica di Mozart è assolutamente originale e ineguagliata. Don Giovanni sfida le convenzioni sociali e le più … Continua a leggere La maschera di Don Giovanni

A.A.A. Ghostbusters cercasi: il fantasma di Verdi si aggira per Busseto!

Sembra Lercio, ma è tutto vero. Pare che il fantasma di Giuseppe Verdi si aggiri per Busseto. A raccontare la faccenda è La gazzetta di Parma, la quale annuncia che il prossimo martedì arriveranno i Ghosthunters – gli acchiappa-fantasmi – per fare chiarezza sulla questione. Le prime segnalazioni risalgono al 1993, quando qualcuno vide delle ombre sposarsi per pochi secondi in vari punti. “Dove dove … Continua a leggere A.A.A. Ghostbusters cercasi: il fantasma di Verdi si aggira per Busseto!

I maestri cantori di Norimberga: ma che cos’ha da dirci Wagner per 5 ore e mezza?

Non so se la notizia sia giunta anche a voi, ma dal 16 marzo al 5 aprile sarà possibile cenare alla Scala. No, non è una burla. E non c’azzecca niente quel golosone di Rossini. Il fatto è che, dopo ben 27 anni di assenza, torna sul palcoscenico scaligero I maestri cantori di Norimberga di Wagner e, sapete com’è, il Maestro è solito dilungarsi giusto un filino. E … Continua a leggere I maestri cantori di Norimberga: ma che cos’ha da dirci Wagner per 5 ore e mezza?

Anche le donne sanno comporre… ma è sempre stato meglio lasciarle cucinare!

La dichiarazione shock arriva da Stella Allevi, sorella maggiore del noto compositore Giovanni: “Anche io sono una pianista. Da ragazzina suonavo sempre le sonate di Beethoven, ma poi arrivava mio fratello, mi diceva che non avevo ritmo, si sedeva al mio posto e iniziava a suonare il giro di Do arpeggiato dicendomi che quella era la vera musica classica!”. No, sto scherzando! Cioè, Allevi ha una … Continua a leggere Anche le donne sanno comporre… ma è sempre stato meglio lasciarle cucinare!

Il Carnevale di Venezia di Gioacchino Rossini: un Quartetto nato per divertissement

Cosa fanno Rossini e Paganini vestiti da donna con una chitarra in mano? No, non è una barzelletta. Beh, oddio… forse un po’ sì. Roma, Carnevale 1821. Tutto è pronto per la prima di Matilde di Shabran, un melodramma giocoso di Rossini. Peccato che, scherzo del destino, il giorno della vigilia muoia il direttore. Sì, un gran bel guaio. Beh, insomma, Rossini supplicò Paganini di … Continua a leggere Il Carnevale di Venezia di Gioacchino Rossini: un Quartetto nato per divertissement